Web Page Creator

CONSULENZA

La Saldatura srl si propone, con la propria flessibile struttura e le proprie competenze, quale supporto alle aziende che intendano seguire un percorso mirato per l'ottenimento di un valido strumento che tenga sotto controllo tutti gli elementi che influenzano LA QUALITA' DI SISTEMA, DI PROCESSO E DI PRODOTTO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI SALDATE.


UNI EN ISO 9001:2015 - Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti

La norma UNI EN ISO 9001 definisce i requisiti per l'implementazione in una organizzazione (azienda) di un sistema di gestione della qualità, al fine di condurre al miglioramento continuo in termini di efficacia ed efficienza nella realizzazione del prodotto e nell'erogazione del servizio. Il fine primario è di ottenere e incrementare la soddisfazione del cliente.

La Saldatura srl per la propria specificità settoriale segue la gestione ed applicazione della norma nelle aziende che operano nei più diversi settori in cui il processo di saldatura è parte integrante.


UNI EN ISO 3834 - Requisiti di qualità per la saldatura per fusione dei materiali metallici

La norma UNI EN ISO 3834, costituisce "IL" riferimento per la fabbricazione di qualsiasi tipo di prodotto saldato e tratta tutti gli aspetti della saldatura e dei processi affini, che possono influenzare la qualità finale del prodotto indipendentemente dal prodotto stesso.

E' un percorso intrapreso ormai da molte aziende in Italia e consolidato da decenni nei paesi nord-europei che hanno fatto della qualità in saldatura una consuetudine.

Ha come obiettivo la CERTIFICAZIONE IN ACCORDO ALLA NORMA UNI EN ISO 3834 (PARTE APPLICABILE) che, dal 2006, ha sostituito la UNI EN 729 "pietra miliare nella gestione del processo di saldatura".

La Saldatura srl è in grado di dare un supporto completo e organico nella gestione di questa norma di processo, portando l'azienda ad una sempre maggiore consapevolezza sull'importanza e sulla criticità del processo di saldatura.


UNI EN 15085 - Applicazioni ferroviarie - Saldatura dei veicoli ferroviari e dei relativi componenti

La norma UNI EN 15085 è strettamente una norma di prodotto, che dà le linee guida a cui attenersi nella saldatura di veicoli e componenti ferroviari.

Dal 2008 ha sostituito, anche in Germania, la normativa DIN 6700 che era il riferimento normativo per la fabbricazione e la progettazione di veicoli e componenti ferroviari.

La Saldatura srl costruisce un percorso, assieme al cliente, che porti alla stesura della documentazione necessaria, alla sua applicazione, e fornisce un piano di qualifiche e di successiva certificazione, sia relativa al personale di saldatura sia in riferimento alle qualifiche dei procedimenti con competenza e serietà.

La Saldatura srl, a richiesta dell'azienda, è in grado di fornire un supporto attraverso la figura del Coordinatore di Saldatura esterno con personale qualificato e competente, in possesso del titolo e certificato IWT (International Welding Technologist) in grado di soddisfare i requisiti richiesti dalle norme della serie UNI EN ISO 3834. 


Marcatura CE dei prodotti

La marcatura CE è obbligatoria per tutti i prodotti per i quali esiste una direttiva comunitaria, è realizzata dal fabbricante di un prodotto regolamentato nell'Unione europea, il quale dichiara per mezzo della dichiarazione di conformità o di prestazione per i prodotti da costruzione, che il prodotto è conforme ai requisiti di sicurezza, previsti dalle direttive o regolamenti comunitari applicabili.

Il marchio CE è un contrassegno che deve essere apposto su determinate tipologie di prodotti dal fabbricante stesso che con esso autocertifica la rispondenza (o conformità) ai requisiti essenziali per la commercializzazione e utilizzo nell'Unione Europea stabiliti nelle Direttive di nuovo approccio. L'apposizione del marchio è prescritta per legge per poter commercializzare il prodotto nei paesi aderenti allo Spazio economico europeo (SEE). Tali prodotti possono circolare liberamente sul mercato europeo se sono accompagnati ad esempio da una dichiarazione o da un certificato di conformità»[2]. Esempi di alcune direttive che richiedono il marchio CE sono la Direttiva prodotti da costruzione, la Direttiva bassa tensione, la Direttiva macchine, la Direttiva compatibilità elettromagnetica, la Direttiva per i sistemi in pressione (PED), la Direttiva per i dispositivi medici, etc.


REGOLAMENTO EUROPEO PRODOTTI DA COSTRUZIONE CPR 305/2011


Marcatura CE Cancelli UNI EN 13241

La marcatura CE dei cancelli manuali e automatici, a battente e scorrevole, pedonali e carrabili, in ambiente industriale, commerciale, residenziale, è obbligatoria per poter commercializzare le chiusure tecniche in qualsiasi Paese della Comunità Europea. Lo stabilisce il REGOLAMENTO (UE) N. 305/2011 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 9 marzo 2011 che fissa condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione.

La marcatura CE delle chiusure costruite tipicamente da fabbri, carpentieri e serramentisti devono essere marcate CE, in riferimento al Regolamento dell’ Unione Europea n. 305/2011 sui Prodotti da Costruzione (CPR). I concetti base sono i seguenti:

1. Le chiusure tecniche (cancelli) devono essere marcate CE. A tale scopo, il costruttore della chiusura manuale deve, in particolare, compilare il fascicolo tecnico che comprendente le istruzioni per il corretto uso, il calendario di manutenzione, la Dichiarazione di Prestazione, le schede tecniche degli accessori, il verbale di collaudo ed applicare al manufatto la targhetta di marcatura CE.

2. Marcare CE significa dichiarare di aver costruito il prodotto nel rispetto della normativa vigente. Marcare CE significa che il prodotto (nella fattispecie la chiusura manuale) rispetta in toto i requisiti essenziali che gli competono (resistenza meccanica e strutturale, utilizzo degli accessori adeguati che ne garantiscono la stabilità e la sicurezza) e non solo una parte.

3. Al fine della marcatura CE delle chiusure manuali, alcune prove di Tipo, devono essere compiute su prodotti campione.


Componenti strutturali UNI EN 1090-1, 2, 3

Questa norma armonizzata va a colmare un vuoto normativo nell’esecuzione di strutture di acciaio e alluminio compresa nell’ambito della direttiva europea 89/106/CEE, o direttiva prodotti da costruzione (CPD), emanata il 21 dicembre 1988 e rimasta in vigore fino al 24 aprile 2011 

Dal 24 aprile 2011, la direttiva CPD è stata abrogata e sostituita parzialmente dal Regolamento Europeo 305/2011 dei Prodotti da Costruzione (CPR - Construction Products Regulation). 

Dall'1 luglio 2013 il CPR ha piena applicazione e la direttiva non è più applicabile.

La norma UNI EN 1090 “ESECUZIONE DI STRUTTURE DI ACCIAO E ALLUMINIO” è articolata in 3 parti rispettivamente:

Parte 1: Requisiti per la valutazione di conformità dei componenti strutturali

Parte 2: Requisiti tecnici per strutture di acciaio

Parte 3: Requisiti tecnici per strutture di alluminio

Regola quindi la valutazione della conformità per la marcatura CE di tali componenti, ed i requisiti tecnici a cui attenersi per la sua valutazione, attraverso una certificazione dell’FPC (factory production control) da parte di un ENTE TERZO NOTIFICATO.


DIRETTIVA PED


 La Direttiva 2014/68/UE– detta direttiva PED (Pressure Equipment Directive) si applica alla progettazione, alla fabbricazione e alla valutazione di conformità delle apparecchiature a pressione sottoposte ad una pressione massima ammissibile superiore a 0.5 bar (apparecchiature, tubazioni, accessori di sicurezza, accessori a pressione ivi compresi gli elementi annessi a parti pressurizzate quali flangie, raccordi, manicotti, ecc).

Al fine di ottemperare a quanto necessario, La Saldatura SRL fornisce consulenza ed assistenza in tutte le fasi di implementazione degli adempimenti necessari, con l’ausilio di personale tecnico di provata esperienza, operante da decenni nelle costruzioni di attrezzature a pressione, con competenze nell’ambito delle progettazione, fabbricazione e controllo di prodotti di elevate potenze e pressioni di esercizio.

In particolar modo La Saldatura SRL fornisce assistenza nelle fasi di:

  1. Progettazione e implementazione dei sistemi di controllo della produzione.
  2. Redazione del fascicolo tecnico
  3. Redazione delle procedure di conformità al prototipo.
  4. Rapporti con Organismi Notificati.
  5. Realizzazione del Manuale d'uso e manutenzione.